giorno

Conversione di San Paolo Apostolo

Festa


Conversione di San Paolo Apostolo - Festa La festa liturgica della Conversione di san Paolo offre l'opportunità di considerare la figura dell'Apostolo per eccellenza. Saulo partecipa alle persecuzioni dei primi cristiani. Nel 36 d.C., sulla via di Damasco, Gesù irrompe nella sua vita e la cambia radicalmente: «Chi sei tu, Signore?», «lo sono Gesù che tu perseguiti». Da quel momento diviene missionario di Cristo e può essere considerato un Apostolo perché ha visto Gesù risorto, perciò è testimone della risurrezione ed è stato inviato direttamente da Cristo, come i Dodici. Da questa esperienza di Cristo alle porte di Damasco san Paolo trarrà questa consolante conclusione: Gesù è venuto nel mondo per salvare i peccatori, il primo dei quali sono io. Ma appunto per questo ho ottenuto misericordia, perché Cristo Gesù ha voluto in me, per primo, dimostrare tutta quanta la sua magnanimità, e io fossi di esempio a quelli che avrebbero creduto in lui per avere la vita eterna (ITm 1, 15-16). La festa della Conversione di san Paolo conclude la settimana per l'unità dei cristiani, ricordando che non c'è vero ecumenismo senza conversione.
Copyright © 2022 "SantoDiOggi.it"