giorno
Indietro indietro

venerato il 10 Settembre

 

San Nicola da Tolentino

Sacerdote


San Nicola da Tolentino - Sacerdote Nato nel 1245 a Sant'Angelo in Pontano (Marche), Nicola entrò tra gli agostiniani. Per alcuni anni peregrinò per varie città delle Marche, da un convento all'altro, alla ricerca del luogo ideale dove piantare radici e concretizzare il suo bisogno di solitudine, preghiera e rigido ascetismo. Giunse alla fine a Tolentino e di lì non si mosse più. Si dedicò prevalentemente alla predicazione pubblica, all'apostolato del confessionale, all'assistenza dei malati e dei poveri, per i quali, con il permesso dei superiori, aveva costituito un piccolo fondo a cui attingere nei casi più urgenti. La sua santificazione personale passava attraverso alcuni tratti distintivi: obbedienza incondizionata, fedele povertà e trasparente umiltà; il tutto alimentato da grande preghiera e austero ascetismo. Operò, nel corso della sua vita, numerose guarigioni di cui furono testimoni molti abitanti di Tolentino, ai quali il Santo raccomandava sempre: «Non parlate di questo. Ringraziate Dio, non me. Sono solo un vaso di coccio, un povero peccatore». Morì nel 1305.
Copyright © 2022 "SantoDiOggi.it"